Non lavoriamo solo a progetti comuni, ma il nostro progetto è mettere in comune il nostro lavoro. Lavoriamo nello  ” / “.

Pensare ad un gesto che parli di una propria lacrima. E poi elaborare quel gesto secondo questa indicazione : ” una propria lacrima/eco”. Ecco il primo incontro con lo  ” / “.

Da allora lo ” / ” è diventato linguaggio, pensiero: un concetto. È diventato un modo per dire una cosa diversa da somma, sottrazione, divisione, sequenza, sovrapposizione, sintesi, analisi. Una cosa che ha assunto una sua specificità creativa. Uno  ” / ” e basta.

Lo  ” / ” è un segno grafico di cui proviamo a cogliere la piena tangibilità all’interno del nostro viaggio: si è reso vivo e percorribile, divenendo la sostanza stessa degli approcci alle nostre giornate.

Lo ” / ” è una questione di linguaggio ed è una questione di composizione. Il metodo compositivo è compatibile solo con risposte complesse, ma è possibile solo attraverso processi di semplificazione, attraverso l’utilizzo di modelli che permettano di nominare i rapporti tra le cose e tra le persone.

Lo ” / ” , questa linea che non cade ma che non sta nemmeno in piedi, ha raggiunto un equilibrio cui le nostre individualità dalle tinte decise tendono ed aspirano, nonostante e soprattutto mantengano vive le proprie tensioni in un disequilibrio sostenibile.

Avere al proprio fianco i valori tonali invertiti della propria immagine, in costante dialettica con essa, è pietra angolare per la costruzione di un messaggio non univoco, ma caleidoscopico, com’è l’insieme delle sintesi possibili dei propri pensieri.

Dunque non chiamateci ditta, gruppo, compagnia, famiglia, amici. Chiamateci ” / “.

MELTING