IDIOTS LAB - LOVE ABILITY

con Luca Carboni, Gabriel da Costa, Lara Hubinont, Luca Iervolino, Filippo Renda, Alfredo Martins, Severine Porzio, Gurshad Shaeman, Anja Tillberg

regia e drammaturgia Benedetto Sicca

regista associata e coordinatrice movimento Cecilia Ligorio

regista associato e coordinatore multimedia Filippo Renda

light designer Marco Giusti

 

ATIR Teatro Ringhiera Milano - 8 novembre 2013

To play, press and hold the enter key. To stop, release the enter key.

La disabilità, la malattia, ed ogni altra “barriera” non impediscono di continuare ad amare e desiderare e non eliminano la voglia di sentirsi desiderati eroticamente e appagati sessualmente. Questo è l’argomento cardine della nostra ricerca.

Il progetto Idiots Lab prevede la presentazione integrata di uno spettacolo teatrale, love_ability, e del manifesto sull’assistenza sessuale love_giver. Saranno due momenti separati, ma tematicamente connessi.

Love_ability è un percorso di studio sulle disabilità motorie causate dalle neuropatologie e dalle psicopatologie, una creazione basata sulla costruzione di un linguaggio specifico e condiviso all’interno di un gruppo di 14 attori provenienti da sette nazionalità differenti. Il lavoro ha avuto inizio a seguito di una riflessione sul film di Lars Von Trier, Idioterne.

Love_giver, scritto da Maximiliano Ulivieri e Maurizio Nada, è un trattato che pone l’attenzione sul rapporto tra sessualità e disabilità, e sulla figura dell’assistente sessuale: una persona preparata a sostenere ed educare individui che, a causa di diversi tipi di disabilità, hanno una ridotta possibilità di esprimersi sessualmente.

Il team di regia guidato da Benedetto Sicca ha già accompagnato il gruppo attraverso tre residenze di studio, la prima a Napoli, la seconda a Lisbona e la terza a Liege. Due ulteriori tappe di lavoro, a Mondaino (RN) e Napoli, porteranno alla nascita di un evento in cui il manifesto e lo spettacolo diverranno occasione di confronto, di riflessione politica e artistica: da un lato un progetto di lotta per una ridefinizione dei diritti civili, dall’altro una narrazione deformata della realtà necessaria ad indagare la complessità dell’animo umano.

 

 

 

Un blog realizzato da Filippo Renda, ha seguito in parallelo tutto il percorso dalla nascita del progetto, alla realizzazione dello spettacolo, documentandolo tappa per tappa. 

per saperne di piu...